Perché Linker

Perché la modalità di concessione del credito da parte delle banche è cambiata dal 2010.
LINKER segue da vicino e costantemente l'evoluzione delle politiche del credito alle imprese, conosce i criteri di selezione, i percorsi di approvazione, le tecniche di finanziamento. Questo patrimonio di conoscenze e di esperienze è a disposizione di imprese piccole e medie per agevolare i rapporti con il sistema bancario in una varietà di situazioni.

Cinque buone ragioni...
...da capire meglio

BASILEA

perché l'introduzione di criteri più restrittivi nei requisiti di capitale delle banche (Basilea 2 e 3) stanno modificando profondamente le politiche di concessione del credito alle imprese

Selezione dei clienti

perché la crescita vertiginosa dei crediti dubbi (sofferenze e incagli) ha indotto l'intero sistema bancario ad una maggiore prudenza nella concessione del credito a tutte le imprese con indebitamento elevato rispetto al capitale. Molte PMI sono già in un regime di credito contingentato per i prossimi anni

Pressione sui margini

perché l'aumento dei costi di raccolta delle banche e la bassa remunerazione del capitale spingono le banche ad una politica di aumento dei prezzi del credito e dei servizi alle imprese

Costo della crisi

perché la possibilità di evitare il peso degli accantonamenti sui crediti dubbi rende le banche più disponibili a collaborare con le imprese in crisi finanziaria e ristrutturare i debiti in presenza di condizioni accettabili

Distanza banche - imprese

perché l'organizzazione delle banche dedicata alle piccole e medie imprese fatica a colmare una distanza caratterizzata ancora da tempi di risposta eccessivi, informazioni poco trasparenti e un basso apporto di consulenza